mercoledì 31 agosto 2016

Recensione n. 31 - IRRAGGIUNGIBILE di Abbi Glines

IRRAGGIUNGIBILE
di Abbi Glines



TRAMA
Rush Finlay ha ventiquattro anni, è sexy e arrogante, e nessuno riesce a dirgli di no. Blaire Wynn ha solo diciannove anni, è splendida, innocente e off limits: è figlia del nuovo patrigno di Rush. Quando Blaire, alla morte della madre, lascia la sua fattoria in Alabama e si trasferisce in Florida dal padre che non vede ormai da anni, trova ad attenderla solo Rush, il fratellastro fascinoso e inaffidabile, con cui dovrà trascorrere l'estate. Blaire non è preparata a quel mondo pieno di lusso e tentazioni, e soprattutto a quella potente attrazione, impossibile da contenere, che la trascina verso Rush... Perché la felicità sembra sempre così irraggiungibile?


LA MIA RECENSIONE
Avevo preso questa serie perché incuriosita dal fatto che su alcuni gruppi ne parlassero in continuazione. Naturalmente sono finiti tra le decine e decine di libri da leggere.
Poi capita che una notte, non riuscendo a dormire, e dicendomi che magari una lettura avrebbe potuto conciliare il sonno, ho scelto questo.
Mai scelta fu più sbagliata!
Cominciato alla una di notte, alle 6.30 l'avevo terminato, con la voglia di cominciare subito il secondo.
Dopo la morte della madre, Blaire si mette in contatto con il padre che non sente da anni. Lui la indirizza verso la sua nuova casa, pur sapendo che non si farà trovare. Troverà però Rush, figlio della nuova moglie. L'attrazione è evidente e, anche se lui tenterà l'impossibile per starle alla larga, non resisterà a lungo. Forse la parte più noiosa del libro (se così si può dire) è questo continuo tira e molla tra i due che a volte fa esasperare. Con l'intesa e l'alchimia che c'è tra i due, però, vale la pena sopportare.